Archivi del mese: agosto 2008

Insider

Repubblica – come al solito – racconta balle. Gli spaghetti non erano al sugo di pecora, ma all’aglio e olio. Il resto è vero. Bisognava richiamare Lapo Pistelli alle 3, ma se ne erano già andati tutti. I “militanti” di cui parla Repubblica eravamo io e C., più due custodi assonnati. Il “big” Andrea Orlando, dopo la spaghettata ha pensato bene di andarsene dopo averle prese pure da Verdini (*). Questo partito non ce la farà mai“.

(commento di un insider all’articolo di Repubblica sulle folle oceaniche che ascoltavano dalla Festa Democratica di Firenze il discorso di Barack Obama).

(*) Come possiamo pretendere che questi rampanti 40enni uccidano il padre se non sono nemmeno capaci di tenere in mano un coltello?

Annunci

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Per la Digos

Se a novembre Barack Obama dovesse perdere le elezioni prometto che andrò personalmente ad incendiare tutti i circoli del PD a lui intitolati. Pure quelli virtuali. Anzi, soprattutto questi ultimi.

Lascia un commento

Archiviato in Politica Italiana

Omonimie e stranezze

Veltroni difende Latorre. Pio, non Nicola.

Lascia un commento

Archiviato in Politica Italiana

Difetti

I veltroniani passano la vita ad interrogarsi sul perchè tutti gli altri non la pensino come loro. Io soffro del difetto di un difetto speculare. Sarà per questo che non provo nessuna vergogna a dire che alle convention americane preferisco di gran lunga un congresso della SPD.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Da Gallino a Calearo

Nonostante Giavazzi e la sua folta schiera di cortigiani siano convinti del contrario, dalla notte dei tempi alle Feste dell’Unità le discussioni sulla struttura produttiva e sui modelli industriali sono sempre state centrali e  assai partecipate. C’è stato il tempo in cui eravamo deliziati dalla simpatica cadenza abruzzese di Marcello De Cecco. Poi è stato il turno della forbita parlata sabauda di Luciano Gallino. Quest’anno, ai fortunati simpatizzanti del PD di Genova toccherà lo slang vicentino di Massimo Calearo.

Lascia un commento

Archiviato in Politica Italiana

Conferme

Un euro speso per leggere che Concita è una brava persona (quindi – nella concezione veltroniana del mondo – necessariamente di sinistra). E per prendere atto che Cundari ha sempre ragione.

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

L’esperienza paga

Voglio fare i miei auguri a Concita De Gregorio per il nuovo incarico. Dopo aver letto dei suoi trascorsi al Vernacoliere mi sono convinto che farà meglio dei suoi predecessori (da Veltroni in poi).

1 Commento

Archiviato in Politica Italiana